About

QUELLI DI PUCK

Fondato a Milano nel 2009, i suoi fondatori hanno una formazione che spazia tra Teatro, Musica, Cinema, Narrativa e Arti Performative. Hanno frequentato e collaborato con alcuni dei gruppi storici della scena artistica indipendente milanese come Comuna Baires, Arsenale, Quelli di Grock, Macrò Maudit.
Da queste esperienze e dalla ricerca continua, che fonda le sue radici nel teatro Antropologico, nella Commedia dell’Arte, nello studio del teatro russo e dei suoi maestri, e dall’influenza che questi ultimi hanno esercitato sul cinema americano, Quelli di Puck creano e sperimentano un proprio metodo, il “
Metodo Immaginario”. Metodo di ricerca e studio del processo creativo, anche sul piano compositivo e autorale, in cui lo spazio teatrale, la forza evocativa della musica, il linguaggio cinematografico e la struttura narrativa, sono le basi di sostegno alle costruzioni fantastiche che ogni momento creativo racchiude. Per essere autori delle proprie storie e non solo interpreti delle storie altrui. 

Numerose negli anni sono le produzioni e le collaborazioni artistiche anche all’estero, l’organizzazione di eventi e festival, corsi, seminari e laboratori sul “Metodo Immaginario”, presso scuole, enti e teatri. 

“Tornare alle origini del fare Arte, al tempo del “Rito” e dell’ “Uomo dello Stupore”, quando le varie forme e discipline artistiche si fondevano nella totalità del gesto umano”. 

 

TOMATO STUDIO

Si occupa di comunicazione, grafica e design, ideazione e promozione di eventi nell’ambito del design, del food, dell’arte e di progetti editoriali. 

Collabora con le più importanti case editrici italiane ed estere, tra cui Condè Nast e Mondadori. E’ stato partner del progetto “Contemporary Japanese Design”, ha partecipato ai più importanti saloni internazionali del design come Ambiente Francoforte, Maison&Objet Parigi, Gift Tokyo, NY Now New York e il Salone del Mobile di Milano. Nel suo studio di Milano ha ospitato e sostenuto, in occasione del Fuori Salone e la Milano Design Week, diverse collettive di giovani designers italiani e stranieri collaborando con prestigiose università europee di design come quella di Pforzheim in Germania. Sempre nell’ambito dell’innovazione e ricerca ha collaborato ed ospitato il progetto eco sostenibile: Eco Shirt Movements in collaborazione con Kyoto Institute of Technology, Kyoto City University of Art, con la partecipazione del console Giapponese in Italia.